Il Bologna sorride, al Modena il derby col Sassuolo

I rossoblu superano 1 a 0 il Cosenza con Mihajlovic in panchina. Gran colpo dei Canarini: al Braglia contro i neroverdi finisce 3 a 2

Il Bologna sorride, al Modena il derby col Sassuolo
TGR Emilia Romagna
La festa del Modena sotto la curva del Braglia

Il Bologna ricomincia come aveva finito la scorsa stagione: faticando a trovare la via del gol. Ricomincia pure lasciandosi alle spalle la figuraccia di Coppa Italia con la Ternana di un anno fa: questa volta i rossoblù, guidati da Mihajlovic di nuovo in panchina, strappano il pass per i sedicesimi di Coppa Italia piegando il Cosenza 1-0, concretizzando un predominio di gioco e occasioni che vede però De Silvestri divorarsi tre occasioni, Arnautovic un paio. Al festival delle occasioni mancate partecipano anche Dominguez, e Sansone, che poi si fa perdonare a metà del secondo tempo con un destro da fuori area all'angolino basso. E' Arnautovic a iniziare le danze, creando per sè e per i compagni, confermando di essere centrale per i rossoblù, nonostante l'interesse dello United. E a tal proposito il ds rossoblù Di Vaio ha confermato le notizie che vogliono lo United sull'attaccante, che però non è sul mercato: "Orgoliosi che un club così importante sia interessato a un nostro giocatore, ma Marko è centrale per noi ed è incedibile. Non è una questione di prezzo. Vogliamo andare avanti in Coppa Italia e fare una stagione importante con lui". Il primo passo è compiuto, grazie alla vittoria sul Cosenza. 

Al Modena il derby che mancava da sette anni

Sorpresa al Braglia nel derby di Coppa Italia che ha visto il Modena superare il Sassuolo 3-2. La squadra di Tesser, che ai sedicesimi affronterà la vincente di Cremonese-Ternana, non ha patito la differenza di categoria dominando a tratti la gara con un gioco veloce che ha messo in serio imbarazzo un Sassuolo con poche idee.
Gialloblù in vantaggio all'11' con Falcinelli, la cui conclusione da fuori area ha sorpreso Consigli. Per l'ex del Sassuolo e del Bologna è il primo gol con la nuova casacca
emiliana. Il Modena ha mantenuto il comando delle operazioni, col portiere ospite protagonista di alcuni interventi decisivi per evitare un passivo più pesante. Il Sassuolo con il tridente offensivo Raspadori, Berardi e Ceide è apparso poco incisivo, al contrario del Modena che al 30' ha trovato il raddoppio dopo una grande azione di Azzi, finalizzata da Mosti.
Nel finale del tempo contatto al limite dell'area di Berardi con Gargiulo. L'arbitro Aureliano concede la punizione dal limite poi, dopo l'intervento del Var, viene concesso al Sassuolo il rigore trasformato da Berardi. In avvio di ripresa Consigli decisivo su Diaw, ma il Modena insiste e al 7' trova con Mosti la terza rete. Dionisi prova alcuni cambi, alza il baricentro ma la sua squadra non riesce quasi mai a rendersi pericolosa. Nel finale un gol di Ayhan riapre la gara, ma il Modena non si fa sorprendere e si aggiudica un derby che mancava da sette anni.