Ilip, piano di ricollocamento per gli 80 operai

Questo l'esito del tavolo prefettizio, ma i Cobas lanciano presidio di protesta

Ilip, piano di ricollocamento per gli 80 operai
TGR Emilia Romagna
Un presidio dei SICobas

Entro la fine di questa settimana la cooperativa Cfp si è impegnata a definire un piano di ricollocamento di tutti gli operai già impiegati nello stabilimento Ilip di Valsamoggia, nel Bolognese, in altri cantieri in appalto. È l'esito del tavolo di mediazione che si è svolto in Prefettura a Bologna, alla presenza dei rappresentanti della Cfp e dei delegati del sindacato Si Cobas, a seguito della risoluzione del contratto di appalto tra le due società per la fornitura di servizi di facchinaggio all'interno del magazzino.
"Tale importante risultato - scrive in una nota la Prefettura di Bologna - in grado di consentire la salvaguardia dei livelli occupazionali, è stato accolto con soddisfazione dal prefetto, a seguito della lunga trattativa sulla vertenza". In un comunicato stampa, il coordinamento provinciale di Bologna Si Cobas, però,
punta il dito sull'assenza al tavolo prefettizio di Ilip, colpevole secondo il sindacato di aver "scaricato di punto in bianco" 80 lavoratori alla cooperativa Cfp.
"Nel frattempo Ilip - scrivono  i sindacalisti - si premurava di programmare nuovi colloqui (per personale flessibile e precario) prevedendo nuove assunzioni in sostituzione dei vecchi lavoratori sindacalizzati e coinvolti in una vertenza che iniziava con la semplice richiesta di applicazione del contratto". 

Da qui, la preoccupazione del sindacato di essere di fronte "a un precedente estremamente pericoloso che rischia di diventare la normalità proprio nella città ove le istituzioni si sono dette impegnate nella costruzione di una logistica etica".
Inoltre, i Cobas segnalano "l'assordante silenzio dei sindacati confederali, pur presenti nello stabilimento" e convocano un presidio domani 10 agosto alle ore 11 sotto Palazzo d'Accursio a Bologna, al quale parteciperanno i facchini coinvolti e le loro famiglie.