Incendiata auto di un dirigente della polizia penitenziaria a Bologna

E' il vicecomandante del carcere della Dozza. Il sindacato: "Sembra avere una matrice dolosa"

Incendiata auto di un dirigente della polizia penitenziaria a Bologna
Tgr Emilia Romagna
Il punto in cui è stata incendiata l'auto del dirigente della Dozza. Il sindacato: "Sembra avere una matrice dolosa"

Un incendio ha distrutto domenica notte l'auto di un dirigente della polizia penitenziaria di Bologna, vicecomandante del carcere della Dozza. Ne ha dato notizia Domenico Maldarizzi, segretario nazionale della Uil Pa Polizia Penitenziaria. Sulle cause del rogo scoppiato in via della Dozza, poco lontano dal carcere, e spento dai vigili del fuoco, hanno avviato indagini i carabinieri, intervenuti sul posto.
"Dai primi accertamenti sembra avere una matrice dolosa - scrive Maldarizzi - e non è da escludere il fatto che possa essere un attentato mirato verso la polizia penitenziaria e il funzionario in questione, che ha sempre espletato la sua attività lavorativa con serietà, correttezza, capacità e professionalità". Il sindacato esprime solidarietà al dirigente e a tutta la polizia penitenziaria di Bologna.