Michele Merlo, la nuova perizia: "Si poteva salvare"

Il cantante è morto a Bologna per una leucemia fulminante il 6 giugno 2021. "Il medico non capì che l'ematoma alla gamba era il sintomo della malattia

Michele Merlo, la nuova perizia: "Si poteva salvare"
LCC
Michele Merlo

Il cantante vicentino Michele Merlo, l'ex concorrente di Amici e X Factor morto a Bologna per una leucemia fulminante il 6 giugno 2021 avrebbe avuto una possibilità di essere salvato "tra il 79 e l'86%" se il medico di base avesse capito che l'ematoma alla gamba era il sintomo della malattia, e non un semplice strappo muscolare. 

E' la conclusione della perizia disposta in incidente probatorio dal gip di Vicenza  nell'ambito dell'inchiesta per omicidio colposo che vede indagato il medico di Rosà (Vicenza) al quale l'artista si era rivolto in prima istanza, il 26 maggio 2021. Il professionista gli prescrisse un bendaggio allo zinco per alcuni giorni. 

Il servizio di Federica Riva, montato da Lorenzo Cavaglià