In Emilia-Romagna il centrodestra è maggioranza. Ma il PD resta primo partito

"Complimenti a Giorgia Meloni". Il tweet del presidente della Regione Bonaccini. Bologna: Casini stacca Sgarbi

In Emilia-Romagna il centrodestra è maggioranza. Ma il PD resta primo partito
Ansa
Elezioni

Reggio Emilia al centrosinistra. Nei collegi uninominali vince Ilenia Malavasi (PD) con il 39,61% precedendo Roberta Rigon (FDI) con il 33,67% 

*******************************************************************************************************************************

In regione, il Centrodestra alla Camera ha ottenuto oltre il 39 per cento dei voti. Le formazioni del centrosinistra hanno ottenuto invece circa il 36 per cento dei voti. Il Movimento Cinque Stelle sfiora il 10 per cento, mentre Azione-Italia Viva supera di poco l'8. Situazione simile al Senato: centrodestra oltre il 39 per cento, centrosinistra fermo al 36. Seguiti da Movimento Cinque Stella e dal cosidetto Terzo Polo poco. Per quanto riguarda le singole forze politiche, il Partito Democratico - come già nel 2018 - si conferma primo partito in regione, con circa il 28 per cento dei voti, incalzato da Fratelli d'Italia al 25 per cento. Cinque anni fa il partito di Giorgia Meloni era attono al 3. La Lega è passata dal 19 per cento del 2018 al 7, mentre il Movimento 5 Stelle dal 27 per cento è sceso ora  al 10. 

**************************************************************************************************************************

L'Emilia Romagna è una regione a maggioranza di centro destra anche se il Pd finora resta il primo partito. Fratelli d'Italia (finora) staccato di quasi due punti. 

Già nel 2018, in regione, la coalizione composta da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Udc aveva raccolto il 30,5% dei consensi in regione, con il centrosinistra (Pd, +Europa, Civica popolare, Italie Europa Insieme) fermo al 26,9%. In queste elezioni va anche segnalato il crollo della Lega, che non va oltre l’8%, superata sia dal Movimento 5 Stelle, vera sorpresa di queste elezioni, che va oltre il 9%, sia dal Terzo Polo di Calenda, che supera l’8,3%.

***********************************************************************************************************************

Rimini al centrodestra. L'ex sindaco Andrea Gnassi battuto dal leghista Jacopo Morrone 

*******************************************************************************************************************************

Centrodestra avanti quasi ovunque in regione. Al centrosinistra resta saldamente Bologna. DEM avanti anche a Reggio Emilia 

***************************************************************************************************************

"L'affermazione della destra è chiara. Complimenti a Giorgia Meloni". Lo scrive su Twitter il presidente
della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini

****************************************************************************************************************

Occhi puntati sulla sfida tra il collegio uninominale al Senato di Bologna fra Pier Ferdinando Casini e Vittorio Sgarbi. Sgarbi parte in vantaggio ma viene raggiunto da Casini. 

“Ho parlato con i fatti e non con i video” ha detto l'ex presidente della Camera. 

"Sono partito avanti di cinque punti, ma sono sotto e quindi mi rassegno ad essere stato sconfitto". Lo ha detto Vittorio Sgarbi, candidato del centrodestra nel collegio uninominale Emilia Romagna - U03 per il Senato a Bologna. "Il Senato avrà Casini di nuovo che è il risultato più alto che può fare il Pd con un rappresentante" che viene "dalla Democrazia Cristiana e dall'Udc" ha aggiunto riferendosi allo sfidante di centrosinistra, cioè l'ex presidente della Camera, Pier Ferdinando Casini. Il paradosso, ha concluso il critico d'arte, è che "ho perso in una coalizione vincente". 

*******************************************************************************************************************************

Urne chiuse. L'affluenza in regione sfiora il 72 per cento. Prima regione in Italia, con una media di votanti a livello nazionale del 64 per cento. Ma anche in Emilia Romagna c'è stato un calo di 7 punti percentuali nell'affluenza alle urne. L'affluenza di ogni provincia. Bologna 74,30 (precedente 80,11); Ferrara 70,11 (78,41): Forli-Cesena 71,64 (79,35): Modena 73,12 (79,50); Parma 70,21 (75,13); Piacenza 79,97 (75,69); Ravenna 72,09 (79,22), Reggio Emilia 72,47 (79,51), Rimini 69,05 (78,41). 

Saranno 400 i deputati e 200 i senatori che verranno eletti in tutta Italia, per la prima volta i maggiorenni con meno di 25 anni hanno ricevuto anche la scheda elettorale gialla per il Senato. Più di 3 milioni e 300 mila residenti nella nostra regione che eleggono 43 parlamentari, 29 alla Camera e 14 al Senato, 4.500 le sezioni aperte.