Traffico di droga, sei arresti

L'operazione della polizia ha sgominato una rete attiva lungo la via Emilia

Traffico di droga, sei arresti
Tgr Emilia Romagna
La conferenza stampa in questura.

Centinaia di migliaia di euro di giro d’affari: dal traffico di marijuana e cocaina lungo la via emilia (da Parma a Bologna e fino a Ferrara) e dal riciclaggio del denaro corrispondente. Cinque uomini e una donna sono da ieri in custodia cautelare in carcere, misure disposte dal Gip di Bologna dopo le indagini della Squadra Mobile della questura di Reggio Emilia, coordinate dalla direzione distrettuale antimafia. 

Un 41enne albanese il presunto capo dell’organizzazione, già in carcere con una condanna in primo grado per associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico, frutto di una precedente indagine che aveva portato la questura reggiana a 19 arresti e ingenti sequestri di droga e denaro. Due degli arrestati sono accusati di riciclaggio e concorso esterno coi narcotrafficanti: un 26enne albanese e una connazionale di 37 anni, fermata in provincia di Venezia con 79mila euro in contanti ma sospettata di mobilitarne molti di più.

Indiziato di far parte dell’organizzazione - che solo nel Modenese era in grado di smerciare dieci chili di cocaina a settimana - anche un 45enne albanese che viveva a Ferrara, mentre ad altri due 46enni, un italiano e un maghrebino, è contestato solo il narcotraffico.  All’operazione hanno collaborato le  Squadre Mobili di Bologna, Brescia, Ferrara, Modena, Parma, insieme alle unità cinofile antidroga e antiesplosivo.

Nel servizio di Giulia Bondi le interviste a Guglielmo Battisi, Dirigente Squadra Mobile Reggio Emilia e al Questore di Reggio Emilia, Giuseppe Ferrari.