Basket, buona la prima per la Virtus

La squadra bolognese vince 89-77 in trasferta a Napoli la prima partita del nuovo campionato di Serie A. Miglior realizzatore Mickey con 23 punti

Basket, buona la prima per la Virtus
TGR Emilia-Romagna
Una schiacciata di Mickey

Napoli si conferma un parquet davvero ostico per la Virtus Bologna, che solo nel finale evita la sesta sconfitta in altrettante gare nel capoluogo campano. Le recenti fatiche per la vittoria della Supercoppa si fanno sentire nelle gambe degli uomini di Scariolo, che recupera Hackett ma è sempre privo di Teodosic, Abass, Shengelia e Jaiteh. Dall'altra parte il riconfermato coach Buscaglia ha a disposizione un roster quasi interamente rivoluzionato e con tanti punti nelle mani. Sostenuti dal caldissimo tifo del PalaBarbuto, i padroni di casa sono perfetti al tiro e volano a +20 sul 33-13 del primo intervallo breve. Il massimo scarto tocca le 22 lunghezze, poi Jordan Mickey suona la carica con 9 punti di fila riavvicinando le Vu nere a -10 (48-38). La Gevi però allunga ancora grazie a una irreale percentuale dal campo superiore al 70% ed è ancora Mickey a segnare la tripla che porta le squadre alla sosta lunga sul 57-43. Al rientro sotto canestro, i bianconeri hanno un'altra faccia e piazzano un immediato parziale di 7-0. Weems torna quello dei bei tempi e segna altri 7 punti in un baleno issando i suoi a un solo possesso di distanza (sul 61-58). Poi però il distacco risale a 8 punti all'ultima sosta breve e torna in doppia cifra all'inizio del quarto quarto con due triple di Stewart. Ma la Virtus non molla trascinata da Lundberg, Belinelli e dal solito Mickey, che è incontenibile sotto canestro e sigla il sorpasso sul 77-78. A dar man forte al pivot americano è soprattutto Lundberg, che dà altri contributi al perentorio parziale di 16-0 con cui le Vu nere chiudono la gara sul 77-89. Già Mvp di Supercoppa, Mickey è di nuovo il migliore con 23 punti, seguito da Weems con 14 e Ojeleye con 13. In doppia cifra anche Lundberg e Belinelli.
E ora la Virtus può prepararsi a un ritorno in Eurolega atteso da 14 anni: venerdì sera al PalaDozza arriva il Monaco, contro cui serviranno ben altro approccio e una difesa molto più costante dopo i 57 punti subiti a Napoli nel primo tempo, ridotti a soli 20 nel secondo.