Bologna, non basta il carattere. Il Napoli vince 3-2

Al San Paolo segna Zirkzee, poi il sorpasso dei partenopei e il nuovo pareggio con Barrow. Rete decisiva di Osimehn

Bologna, non basta il carattere. Il Napoli vince 3-2
LCC
Calcio

La scorsa stagione allo Spezia salvò la sua panchina sbancando Napoli, dove Thiago Motta fa ancora bella figura, ma senza raccogliere punti.
Per la prima volta orfano di Schouten e Arnautovic, il tecnico rossoblu schiera un inedito 4-2-3-1 con Posch terzino destro, Ferguson alla prima da titolare davanti alla difesa e Zirkzee di punta. Autori di 14 reti nelle ultime tre gare, gli azzurri sfiorano il vantaggio al 20esimo con un diagonale mancino di Raspadori, raggiunto da un delizioso tacco di Kvaratshkelia, che al 25esimo serve in area anche Mario Rui, il portoghese finge il cross e cerca la porta di sinistro, scheggiando la traversa. Il terzo quasi assist del georgiano è per Politano, che manda alle stelle da centro area. E così a passare in vantaggio al primo tiro nello specchio è il Bologna al 41esimo, quando Dominguez sorprende la difesa di casa con un filtrante in area per Cambiaso, che serve all'indietro Zirkzee. E il 21enne olandese batte Meret con un rigore in movimento di sinistro, per lui è il primo gol in A alla prima da titolare. Ma lo 0-1 dura solo 4 minuti: sull'angolo di Politano si innesca una carambola in area e Medel serve involontariamente Juan Jesus, che gira in porta di destro pareggiando subito prima dell'intervallo. 
A inizio ripresa Spalletti inserisce Osimhen e Lozano per Raspadori e Politano. Mosse che danno subito frutti: al 49esimo un destro di Kvarashkelia costringe Skorupski a una corta respinta, Lucumì cerca di liberare l'area ma la palla resta nei paraggi e Lozano ribatte in porta da posizione molto defilata. Il Bologna pareggia dopo due minuti: sul destro di Barrow da 25 metri Meret cerca di bloccare la palla e la liscia, regalando il secondo gol stagionale al gambiano. Il Napoli ci mette un po' ad assorbire il colpo e ripassa avanti al 69esimo, quando Bonifazi si addormenta su un passaggio di Kvarashkelia per Osimehn, che batte Skorupski in uscita. Poi la squadra di Spalletti va vicina al poker con Zielinski, che centra la traversa, e con Lozano, fermato da un bel riflesso di Skorupski. Finisce con un onorevole 3-2 che riporta gli azzurri da soli in testa e lascia il Bologna a 7 punti prima dello scontro-salvezza con il Lecce.