Il Bologna strapazza il Lecce, battuto 2 a 0

Tre punti importanti nella prima vittoria della gestione Motta

Il Bologna strapazza il Lecce, battuto 2 a 0
Lega A
Bologna - Lecce

Gran pubblico al Dall'Ara per la sfida salvezza tra il Bologna e il Lecce, sostenuto da cinquemila salentini. Nel 4-2-3-1 di Thiago Motta torna Arnautovic, supportato da Aebischer, Dominguez e Barrow. L'ex di turno Baroni replica con un 4-3-3 e tridente Strefezza-Ceesay-Banda. A sbloccare il risultato è il Var Marini, che all'undicesimo minuto richiama l'arbitro Sozza dopo un contrasto in area tra Gendrey e Aebischer. La concessione del rigore appare generosa. Dal dischetto Arnautovic spiazza Falcone e segna il suo settimo gol, tornando capocannoniere solitario. I rossoblu continuano a fare la partita e a collezionare angoli dalla destra. Al 19imo Barrow ne batte uno teso al centro dell'area, da dove Posch colpisce di testa e costringe Falcone a deviare con i pugni. Al 21esimo su una punizione di Cambiaso Falcone va a farfalle, ma Ferguson e Bonifazi non ne approfittano. Al 34esimo sul quinto corner di Barrow dalla destra il portiere salentino sbaglia ancora scelta e non esce sul primo palo, lasciando Ferguson libero di incornare nell'area piccola. Ininfluente la deviazione di Hjulmand con la nuca. Per lo scozzese primo gol in Italia ed esultanza sotto la curva Bulgarelli. Si va al riposo sul 2-0 e senza neanche un tiro del Lecce. A inizio ripresa entrano Remi e l'ex di turno Di Francesco, che al 49esimo non sfrutta la corta respinta di Lucumì e passa la palla a Skorupski. Poco dopo il portiere polacco potrebbe fare ben poco su un potente colpo di testa di Baschirotto, ma la palla sibila vicino al palo. Gli ospiti non vanno oltre un secondo colpo di testa fuori di Gonzalez e un tiro da lontano del neo-entrato Remi. Dopo aver amministrato il doppio vantaggio, dall'80esimo i rossoblu si riaffacciano in attacco e prima Orsolini, quindi Posch non riescono a trasformare in gol due illuminanti passaggi di Arnautovic. Finisce tra gli applausi dei tifosi di casa per la prima vittoria in campionato di Thiago Motta alla sua quinta panchina, 3 punti pesanti che fanno salire i rossoblu a quota 10 e a +5 sulla zona retrocessione in attesa dei posticipi Sassuolo-Verona e Cremonese-Samp.