Uccisa a Bologna, l'autopsia: "Una ventina i colpi al capo"

Alessandra picchiata con calci, pugni, martello e panchina

Uccisa a Bologna, l'autopsia: "Una ventina i colpi al capo"
ANSA
ANSA

Almeno una ventina di colpi al volto e al capo e una dozzina di fratture. Le avrebbe rilevate la consulenza tecnica del medico legale Guido Pelletti, incaricato dalla Procura di Bologna di far luce sulle cause e la dinamica della morte di Alessandra Matteuzzi, la 56enne assassinata sotto casa la sera del 23 agosto. Per il delitto è in carcere l'ex compagno Giovanni Padovani, 27 anni, calciatore dilettante, accusato di omicidio aggravato dallo stalking. Padovani ha atteso la donna in via di Corticella e l'ha colpita in rapida successione e più volte con calci, pugni, martellate e con una panchina, non solo alla testa ma anche a torace, braccia e gambe. Alessandra è morta all'ospedale Maggiore, poco prima di mezzanotte.

Il servizio di Pasquale Notargiacomo (montaggio di Tommaso Tardi)