Inchiesta sulla morte di Alice Neri, due indagati

Si tratta del marito della 32enne di Ravarino e di un amico che avrebbe incontrato la giovane il giorno prima del ritrovamento del suo corpo carbonizzato nell'auto a Concordia. L'atto in vista di alcuni accertamenti

Inchiesta sulla morte di Alice Neri, due indagati
Tgr Emilia-Romagna
L'auto con il cadavere carbonizzato a Fossa di Concordia (Mo)

Indagini serrate per fare luce su quello che sembra delinearsi come l'ennesimo femminicidio. Due uomini sono stati iscritti nel fascicolo per omicidio volontario e distruzione di cadavere aperto dalla Procura di Modena per la morte di Alice Neri, la 32enne di Ravarino trovata carbonizzata nel bagagliaio della sua auto nelle campagne di Fossa di Concordia sulla Secchia. 
Un atto dovuto, anche per consentire con le garanzie di legge accertamenti come acquisizioni probatorie e interrogatori che si sono già tenuti nei giorni scorsi. Risulta indagato il marito di Alice Neri, padre della sua bambina di quattro anni, il primo a lanciare l'allarme sulla scomparsa della donna. Coinvolto nell'inchiesta anche un conoscente della 32enne residente a San Possidonio che l'avrebbe incontrata in un bar a Concordia il giorno prima del ritrovamento del corpo. 
Entrambi gli uomini sono stati convocati in caserma e ascoltati a lungo dagli inquirenti, mentre i carabinieri hanno svolto sopralluoghi nelle rispettive abitazioni. Nella villetta in cui Alice viveva con la famiglia sequestrati alcuni effetti personali e un computer, mentre sono stati acquisiti i filmati delle videocamere di sorveglianza per ricostruire i movimenti della giovane in auto. Si punta soprattutto a capire se fosse sola o in compagnia di qualcuno. Altri elementi sono attesi dall'esame autoptico sui resti di Alice.

Il servizio di Maria Chiara Perri, montaggio di Marco Sermenghi.