Serie B, il Modena si aggiudica 2 a 1 il derby con il Parma

La squadra di Tesser passa al Tardini grazie ai gol di Falcinelli e Bonfanti, ai ducali non basta la rete su rigore di Vazquez

Serie B, il Modena si aggiudica 2 a 1 il derby con il Parma
Dalet
Il raddoppio, un gran gol di Bonfanti

Al Tardini si gioca un sentito derby tutto gialloblu, atteso da sei anni. Il tecnico del Modena Tesser perde Diaw per un attacco influenzale e lascia in panchina Azzi, sulla sinistra c’è Renzetti. Nel 4-3-1-2 canarino Tremolada supporta le punte Bonfanti e Falcinelli. Svuotata in gran parte l’infermeria, Pecchia schiera un 4-2-3-1 con Man, Bernabè e Sohm dietro a Roberto Inglese. In maglia crociata il Parma parte meglio e già al secondo minuto Dennis Man sfiora il palo con un sinistro da 25 metri. 

Al decimo Vazquez crossa per Roberto Inglese, che gira al volo verso il secondo palo, Gagno si tuffa e para a terra. E il risultato si sblocca al 18imo, alla prima occasione per il Modena. Tremolada batte una punizione dalla trequarti sinistra e Falcinelli sfiora la palla di testa da sottomisura battendo Corvi. Per il numero 11 è il terzo gol in campionato. Il Parma sbanda e 8 minuti dopo Tremolada inventa un altro passaggio vincente, liberando in area Bonfanti con un delizioso sinistro, il ventenne attaccante scuola Inter si coordina e colpisce al volo di destro, piegando le mani di Corvi. Per lui è la quarta rete in serie B. I ducali faticano a riorganizzarsi e prima dell’intervallo producono solo un colpo di tacco di Inglese fuori di poco. Nella ripresa il Modena continua a difendersi senza grandi affanni concedendo solo un paio di tiri in fotocopia a Bernabè, che non preoccupa più di tanto Gagno con il suo sinistro. Ma al 70imo Bonfanti compie un’ingenuità e sgambetta un area il neoentrato Benedyczak. L’arbitro Serra di Torino indica il dischetto del rigore, da dove Vazquez spiazza Gagno e segna quello che è solo il suo primo gol stagionale dopo i 14 dell’anno scorso. 

La gara si riapre e il Parma sfiora il pareggio due volte nel convulso finale con Camara, che prima impegna il portiere avversario con un rasoterra da 20 metri e poi in pieno recupero calcia un rigore in movimento che Gagno toglie da sotto la traversa con un gran balzo per la gioia dei 1.800 ultras assiepati dietro la sua porta. Il Modena torna a vincere a Parma dopo 39 anni e mezzo e si allontana dalle zone calde della classifica, mentre i ducali interrompono la striscia di 4 vittorie interne e mancano l’aggancio al treno promozione.

Nicola Zanarini