Lavoratori sfruttati, arrestati caporali nel Ferrarese

Operazione dei carabinieri: in manette due immigrati pakistani. Imponevano ai connazionali turni fino a 16 ore nei campi di Portomaggiore

Lavoratori sfruttati, arrestati caporali nel Ferrarese
TGR Emilia Romagna
Le indagini dei carabinieri

I carabinieri di Ferrara hanno arrestato due immigrati pakistani accusati di caporalato. Imponevano a loro connazionali turni di lavoro fino a 16 ore al giorno nei campi di Portomaggiore, sette giorni su sette, con 10 minuti di pausa pranzo e senza soste, neanche per bere. Il tutto per quattro o cinque euro l'ora, il resto lo intascavano loro e imponevano alle vittime anche di pagare l'affitto per dormire in capannoni o abitazioni dalle condizioni igienico-sanitarie disumane. Un'ottantina i lavoratori sfruttati dal 2018 a oggi. A rischiare conseguenze penali anche le aziende del posto che usufruivano della intermediazione dei due caporali, a cui sono stati sequestrati beni per 100 mila euro.