Tantissimi i messaggi di cordoglio

Molti i saluti per Sinisa Mihajlovic, dal mondo sportivo, culturale e politico dell'Emilia-Romagna

Tantissimi i messaggi di cordoglio
LaPresse
Sinisa Mihajlovic

"Ricordo che mi raccontò sin dall'inizio della sua malattia, parlandone da uomo vero, e confidò la sua fatica e vulnerabilità". Anche l'Arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, si unisce al cordoglio per la morte dell'ex allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic, scomparso dopo una lunga lotta contro la leucemia. Il Cardinale ricorda di aver incontrato il tecnico serbo più volte, stabilendo con lui un rapporto di amicizia" ed esprime "vicinanza nella preghiera, cordoglio e partecipazione al dolore della moglie, dei figli e della famiglia".  

"Ho conosciuto Sinisa come grande campione e grande uomo. Abbraccio Arianna e i figli. Non se ne va chi rimane nei cuori e Sinisa rimane nei cuori", il messaggio di addio del Presidente della Regione Stefano Bonaccini. “Abbiamo gioito e sperato”, l'omaggio invece del sindaco di Bologna Matteo Lepore, che ricorda il legame stretto della città con l'ex allenatore rossoblu, coronato dal conferimento della cittadinanza onoraria. 

Anche l'Ospedale Sant'Orsola di Bologna ha rivolto un pensiero al suo ex paziente: "Abbiamo combattuto con lui, sempre al suo fianco, una lunga e dura battaglia", si legge in una nota del Policlinico. 

“Un modello positivo, sia dentro che fuori dal campo” e “uno straordinario esempio di attaccamento alla vita”, il ricordo del Ministro dell'Università e della Ricerca, la bolognese Anna Maria Bernini

“Hai onorato i nostri colori con una testimonianza di vita che non ha eguali! Riposa in pace, Condottiero!”, l'addio di un altro politico bolognese, e grande tifoso rossoblu, Pier Ferdinando Casini. 

 "Ci ha lasciato un guerriero, non una persona comune", ha scritto sui social Patrick Zaki dall'Egitto.