La Cassazione conferma le condanne per la strage di Corinaldo

Coinvolti giovani del Modenese - accusati di aver causato con spray urticante la calca in cui morirono 6 persone

La Cassazione conferma le condanne per la strage di Corinaldo
Tgr
La lanterna azzurra

La Corte di Cassazione ha confermato le condanne per i sei giovani del Modenese accusati di aver fatto parte della banda dello spray che provocò la morte di sei persone nella calca della discoteca La Lanterna, a Corinaldo in provincia di Ancona. Era la notte tra il 7 e l'8 dicembre 2018 ed era previsto un concerto di Sfera Ebbasta.

Secondo gli inquirenti l'obiettivo della banda, accusata di avere impiegato spray urticante in diverse occasioni, era quello di approfittare del panico per realizzare alcuni furti. In appello i sei ragazzi del Modenese, di età compresa tra i 22 e i 24 anni, erano stati condannati anche per associazione a delinquere, oltre a omicidio preterintenzionale, lesioni volontarie e singoli episodi di furto e rapina. Le pene erano state anche aumentate rispetto al primo grado, si tratta di condanne tra i 10 anni e 9 mesi e i 12 anni e 6 mesi.