Rimini

Neonata "fantasma", nonno la lascia negli uffici della Ausl

La mamma è in carcere a Forlì, Procura e carabinieri lavorano su identità. La bimba accolta in una struttura della Papa Giovanni XXIII

Neonata "fantasma", nonno la lascia negli uffici della Ausl
TGR Emilia-Romagna
Il Pronto Soccorso dell'ospedale Infermi di Rimini

Non ha un certificato di nascita, né è presente nello stato di famiglia dei genitori: una neonata di due mesi è stata lasciata dal nonno materno direttamente negli uffici dei servizi sociali dell'Ausl di Rimini. 

Adesso Procura e Carabinieri lavoreranno per ricostruire l'identità e la storia della piccola nata in un ospedale francese lo scorso ottobre, arrivata nel Riminese con altri 4 fratelli e ora, con la madre detenuta nel carcere di Forlì, affidata Papa Giovanni XXIII. Il caso è emerso quando una sera è arrivata in Pronto soccorso.

La macchina della solidarietà si è messa in moto e la neonata insieme alla sorellina di 14 mesi è accolta in una struttura della comunità fondata da Don Oreste Benzi.