Si è consegnato l'ex carabiniere che si era barricato in casa

Il 68enne è arreso dopo una giornata di trattative: minacciava di uccidere la moglie e suicidarsi. La donna liberata dopo alcune ore. L'uomo era caduto in una forte depressione

Si è consegnato l'ex carabiniere che si era barricato in casa
TGR Emilia Romagna
L'abitazione in cui si era asserragliato l'ex carabiniere

Una giornata intera asserragliato in casa, armato, con la minaccia di uccidere la moglie e poi suicidarsi. Alla fine, dopo lunghe ore di trattative, si è consegnato pacificamente ai suoi ex colleghi che hanno sventato quella che poteva essere l'ennesima tragedia familiare. 
La vicenda che ha tenuto col fiato sospeso un intero paese nel giorno di Santo Stefano è avvenuta a Pavullo nel Frignano, sull'appennino modenese. L'allarme scatta alle dieci di mattina quando un 68enne, ex comandante di una stazione dei carabinieri di un paese della provincia, ora in pensione, manda un messaggio a un ex collega, dicendo di volerla fare finita. Quando i militari arrivano lui è barricato nell'abitazione, e tiene in ostaggio la coniuge di 81 anni. Con sé ha diverse armi. La zona viene blindata, per convincerlo ad arrendersi arrivano anche i familiari. Dopo alcune ore libera la donna. Ma è solo alle otto di sera, dopo il paziente lavoro di un negoziatore dei carabinieri di Modena, che si costituisce. Poi viene portato in ospedale.
Tra i vicini c'è poca voglia di parlare. Fino a quando era in servizio l'uomo non aveva mai mostrato problemi: sembra però che negli ultimi tempi fosse caduto in una forte depressione.

Il servizio di Virginia Novellini, montaggio di Alessandro Cazzuffi.