Tentato femminicidio, il legale del 31enne chiede la perizia psichiatrica

L'uomo aveva precedenti: era stato condannato per lesioni. Migliorano le condizioni dell'ex moglie ricoverata al Maggiore di Bologna

Tentato femminicidio, il legale del 31enne chiede la perizia psichiatrica
TgR Emilia Romagna
I carabinieri entrano nella stabile dove è avvenuto il tentato femminicidio

Il legale che assiste il 31enne marocchino arrestato la vigilia di Natale a Bologna per il tentato omicidio dell'ex moglie 25enne ha chiesto una perizia psichiatrica per l'uomo. "Lo conosco da una decina di anni - ha spiegato l'avvocato Matteo Sanzani - e credo, anche in base a quanto emerge dagli atti, che ci siano dei profili da valutare per quanto riguarda la sua capacità di intendere e di volere. L'uomo aveva precedenti. La 25enne lo aveva denunciato per maltrattamenti nel 2019. Nel 2021 era stato condannano per lesioni nei confronti di una 27enne romena.
Ieri, 25 dicembre, si è tenuto in carcere l'interrogatorio con il pm e il mio assistito ha risposto alle domande". Al massimo entro domani, 27 dicembre, si terrà poi l'udienza di convalida, sempre in carcere. "Ovviamente, il primo pensiero va alla persona offesa e alla sua famiglia, ai quali rivolgo i maggiori sentimenti di vicinanza in questo terribile momento", ha concluso l'avvocato Sanzani. La 25enne è ricoverata all'ospedale Maggiore. Le sue condizioni stanno migliorando dopo un delicato intervento.