"Una notte a Teatro" per 16 bambini a Ferrara

Gli alunni di una scuola primaria hanno visitato gli spazi del Comunale e dormito in sacchi a pelo sul palco

"Una notte a Teatro" per 16 bambini a Ferrara
TgR Emilia Romagna
ANSA

La magia del Natale si è concretizzata al Teatro Comunale di Ferrara giovedì notte scorsa per gli alunni di una quinta elementare del quartiere Barco, che ha vissuto l'emozione di scoprire il teatro e di dormire sul palcoscenico, non prima di aver visitato in notturna il luogo e di aver ascoltato racconti e fiabe, pensati appositamente per loro. Aneddoti legati alla vita del Teatro, gli spazi nascosti, le compagnie teatrali che lo hanno frequentato, chi è salito su quello stesso palco dove hanno poi trascorso la notte. Si tratta della prima volta per “Una notte a Teatro”, che ha coinvolto la 5/a B della scuola primaria "Villaggio Ina". I 16 bambini della classe, dopo aver mangiato insieme, indossati i pigiami e muniti di torcia, hanno visitato gli spazi del teatro come il sottopalco e il ridotto, in notturna, animati da racconti e storie, con il contributo degli attori Sara Draghi e Massimo Festi. Al percorso al buio alla scoperta del teatro hanno partecipato anche l'assessore all'Istruzione Dorota Kusiak e la dirigente scolastica Cristina Corazzari. Uno dei bimbi, visto il pianoforte al Ridotto, si è messo a suonare per i suoi compagni di avventura. Una volta tornati in palcoscenico, dove hanno dormito tutti insieme con materassino e sacco a pelo, sono stati prima intrattenuti con storie della buonanotte grazie ad alcune docenti. A loro si è aggiunto, a distanza, Bruno Tognolini, che oltre a essere autore di storie per bambini e ragazzi è stato tra gli autori del programma Rai per bambini 'L'albero azzurro' e ideatore e coautore di “Melevisione”. "La volontà - spiega Marcello Corvino, direttore artistico del Comunale - è quella di avvicinare i più piccoli all'emozione del Teatro e di vivere tutti insieme, dopo anni di distanza sociale, un'esperienza indimenticabile, per scoprire quello che si cela dietro il sipario e non solo". 

Il servizio