Università, nuova occupazione a Bologna. Le studentesse chiedono di riaprire il consultorio

Dopo la condanna per molestie di un professore ora in pensione i collettivi Mala Educación e Link occupano uno spazio dell'ateneo in via Ranzani per chiedere che sia riattivato Malaconsilia, spazio femminista chiuso nel 2020

Università, nuova occupazione a Bologna. Le studentesse chiedono di riaprire il consultorio
Tgr
Occupazione via Ranzani Bologna 5 dic 2022

Nuova occupazione di uno spazio universitario a Bologna, in via Ranzani 14. 

Obiettivo dichiarato di studentesse e attiviste dei collettivi Mala Educación e Link è quello di "combattere le molestie in Ateneo" e avere un luogo per "riaprire la Consultoria Studentesca Autogestita Malaconsilia". 

Lo spazio, hanno spiegato le manifestanti, era stato chiuso nel 2020.


"Fuori la violenza dall'università e dalle nostre vite", uno dei loro slogan, in riferimento alle molestie emerse negli ultimi mesi, che hanno portato alla condanna penale di un professore universitario, e che hanno fatto emergere altri casi. 
 

Le promotrici dell'occupazione hanno annunciato per le ore 20 di lunedì "un'assemblea aperta alla città per richiedere più spazi femministi"