Lupa investita portata per le cure sul Monte Adone

Dei tre esemplari coinvolti, è l'unica sopravvissuta. È stata trasferita nel centro bolognese

Lupa investita portata per le cure sul Monte Adone
Parco Monti Sibillini
Uno dei tre lupi investiti

Tre lupi sono stati investiti la notte scorsa in area Parco dei Sibillini. Due sono deceduti, un altro, una lupa radiocollarata oggetto di studio grazie al
progetto Wolfnet 2.0, è stata ferita ed è stata trasferita nel Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica di Monte Adone (Bologna) specializzato
nelle cure necessarie per un recupero che potrebbe prospettarsi lungo. Sul posto, dopo una segnalazione, i Carabinieri del reparto Parco, i tecnici, un biologo e un veterinario che ha provveduto alle prime cure dell'animale ferito, e i volontari del Cras Fermo. La popolazione dei lupi nel territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini si aggira
intorno alle 65/70 unità, secondo i monitoraggi più recenti, concorrendo a svolgere una importante funzione come regolatore della presenza dei cinghiali e di altre specie preda. I lupi appartenevano allo stesso branco. Tra essi, probabilmente, la coppia dominante "alfa", da ci dipendono le dinamiche e i comportamenti del branco. Riguardo alle circostanze che hanno causato la morte dei due animali e il ferimento di un terzo, i Carabinieri del reparto Parco effettueranno accertamenti sulla base anche delle risultanze degli esami necroscopici e veterinari.