Tassista picchiato a Bologna mentre fa scendere le clienti

In due lo accusavano di ostacolare il passaggio della loro auto. "Aggressioni sempre più frequenti"

Tassista picchiato a Bologna mentre fa scendere le clienti
Ansa
ANSA

Un tassista bolognese di 31 anni è stato picchiato da due uomini, che lo hanno aggredito dopo averlo accusato di ostacolare il passaggio della loro auto mentre faceva scendere due turiste. E' successo giovedì sera in via Mentana, zona universitaria, nel centro di Bologna. 
Secondo quanto ricostruito dalla polizia, che ha poi identificato e denunciato gli aggressori, la lite sarebbe scoppiata per motivi di circolazione. Il tassista infatti, al termine di una corsa, aveva accostato lasciando lo sportello aperto per far scendere le persone che aveva trasportato. Gli occupanti di un'auto di passaggio, costretta a fermarsi per qualche istante, avrebbero cominciato a protestare, per poi scendere e mettere le mani addosso al tassista, che è stato spintonato e preso a pugni in faccia. 
All'arrivo degli agenti, l'uomo aveva il viso tumefatto e perdeva sangue dal naso. I due autori del pestaggio, un 45enne di origine tunisina e un 29enne italiano, sono stati denunciati in stato di libertà per lesioni personali in concorso. 
E' soltanto l'ultima delle aggressioni, spiegano i tassisti bolognesi, che denunciano di essere costretti a lavorare in condizioni sempre più difficili, specie di notte.

Nel servizio di Giorgio Maria Leone, montato da Angelo Gorizzizzo, l'intervista a Riccardo Carboni, Presidente Cotabo.