Uccise la nonna, pena ridotta

La percosse in auto, dopo una serata in pizzeria. Per la Corte d'Assise d'appello di Bologna fu omicidio preterintenzionale, la condanna da 16 a 12 anni. La vittima, Maria Luisa Silvestri, aveva 71 anni

Uccise la nonna, pena ridotta
Tgr Emilia Romagna
l'auto in cui la donna fu uccisa

Uccise la nonna, la sera del 20 novembre del 2019 a Ferrara, dopo una serata passata insieme, picchiandola mentre era alla guida dell'auto sulla quale stavano tornando a casa. Secondo la Corte d'assise d'appello di Bologna la morte di Maria Luisa Silvestri, che aveva 71 anni, fu un omicidio preterintenzionale. 
Per questo il nipote 25enne, Pier Paolo Alessio, ha avuto una riduzione di pena: 12 anni, contro i 16 della condanna in primo grado per omicidio volontario per dolo eventuale. La donna era cardiopatica e, secondo le perizie, il decesso non fu dovuto alle percosse, che furono la concausa al grave scompenso cardiaco di cui l'anziana soffriva.