Vola il Bologna, stesa anche la Salernitana

Il sogno Champions continua. La squadra di Motta ha superato 3 a 0 i campani al Dall'Ara. Reti di Orsolini, Saelemaekers e Lykogiannis

Vola il Bologna, stesa anche la Salernitana
IPA
Orsolini, grande protagonista nella vittoria contro la Salernitana.

Mago Motta non sbaglia un trucco e regala ai 27mila del Dall'Ara un paradisiaco lunedì dell'Angelo. Dalle uova di Pasquetta il tecnico rossoblù tira fuori diverse sorprese a partire dal portiere Ravaglia e dal terzino sinistro Lykogiannis, entrambe scelte più che azzeccate. Lo è un po' meno quella di Odgaard centravanti al posto di Zirkzee. Quarto tecnico nella disastrosa stagione della Salernitana, Colantuono schiera un 4-4-1-1 con Candreva a supporto di Simy. 

Al quinto minuto Orsolini fa le prove del gol alzando troppo la mira su un bel cross di Saelemakers. Ma al 14' il numero 7 fa tutto bene, a partire dallo stop su un lungo lancio di Calafiori; poi il talentuoso ascolano si accentra dalla destra e fa partire uno dei suoi rinomati tiri mancini, infilando la palla a mezza altezza vicino al secondo palo, fuori dalla portata di Costil. Per Orsonaldo è il decimo gol stagionale, prodezza che rischia di essere macchiata tre minuti dopo da uno scellerato retropassaggio sui piedi di Simy, ma Ravaglia è attento e difende bene il primo palo sul tiro da pochi metri dell'ex attaccante del Parma. 

Non succede altro fino al 44', quando Saelemakers raddoppia con una meraviglia uguale e contraria rispetto a quella di Orsolini. Il belga si accentra dalla sinistra e ci prova di collo esterno destro, gonfiando la rete vicino al legno più lontano. Un altro eurogol che regala all'ex milanista la seconda gioia stagionale. A inizio ripresa gli ospiti vanno vicini al 2-1 con un diagonale di Tchaouna in contropiede. Poi al 65' i neoentrati Zirkzee e Ndoye sfiorano il tris: l'olandese ubriaca 4 difensori con una serpentina in area e crossa per lo svizzero, che non ci arriva per un soffio in scivolata. Nel finale Ravaglia salva di nuovo la sua porta chiudendo lo specchio a Candreva con un'efficace uscita bassa. 

E al 92' c'è gloria anche per Lykogiannis, che sfrutta al meglio un intelligente assist di tacco di Saelemakers: pur tirando con il suo piede rebole, il destro, il greco manda la palla a baciare il palo interno e poi in rete. Anche per lui è il secondo centro stagionale nel tripudio del Dall'Ara per l'ottava vittoria nelle ultime 9 gare. Tre punti ottenuti quasi senza soffrire e che fanno salire il Bologna a quota 57, a -2 dal terzo posto di una Juventus ora più che mai nel centro del mirino di una squadra sempre più solida e convinta di meritare l'Europa che conta.