"Bellini va assolto"

Al processo sui mandanti della strage alla stazione di Bologna l'arringa finale dei difensori del principale imputato

Nuova udienza, in tribunale a Bologna, del processo sui mandanti della strage alla stazione del 2 agosto 1980. I legali del principale imputato, Paolo Bellini, ne hanno chiesto l'assoluzione: “non è uno stragista, mancano prove certe e il quadro indiziario è incoerente”, sostengono. L'accusa aveva chiesto l'ergastolo.

Prossima udienza il primo aprile, con la replica della Procura Generale e delle parti civili. La Corte si ritirerà in camera di consiglio il 4 aprile.

Il servizio di Filippo Vendemmiati