"La mafia, un problema che riguarda tutti"

Da Modena la testimonianza della figlia di Giuseppe Rechichi, professore ucciso da un pallottola vagante durante un attentato mafioso in Calabria

Il professor Giuseppe Rechichi è stato ucciso da un proiettile vagante il 4 marzo 1987. Il bersaglio dell'agguato era un direttore di banca. Rechichi era vicepreside dell'Istituto magistrale di Polistena, in provincia di Reggio Calabria. Aveva 48 anni. Ora la scuola dove lavorava porta il suo nome.

La figlia di Rechichi, Anna Rita, vive a Modena. Insieme all'associazione Libera gira le scuole del territorio per raccontare la storia di suo padre. “La mafia non è lontana da noi, come pensano alcuni - dice - proprio in Emilia Romagna si è svolto uno dei principali processi di 'Ndrangheta”. 

La sua testimonianza nel servizio di Giulia Bondi