Rimini, profughi in coda per registrarsi

Primo passo per la richiesta d'asilo, l'autodenuncia in questura. Oltre duemila gli arrivi in tutta l'Emilia Romagna

Sono tanti in coda alla Questura di Rimini. In mano il passaporto ucraino con il quale sono fuggiti. Nonne e mamme che chiedono la registrazione, per poi accedere al diritto d'asilo.