Novavax non decolla: poche prenotazioni

Doveva essere l'alternativa in gravo di convincere gli indecisi, ma le richieste per il vaccino a tecnologia tradizionale sono ancora poche

Il primo marzo è partita in tutta la regione la somministrazione della quarta dose ai soggetti fragili e a Bologna anche quella di Novavax, il vaccino a tecnologia tradizionale grazie al quale si spera di convincere gli indecisi. Le prenotazioni però vanno a rilento. L'Ausl punta a intercettare 35mila over 50 che ancora non si sono sottoposti all'immunizzazione, come spiega il direttore del dipartimento salute pubblica dell'azienda sanitaria bolognese Paolo Pandolfi.

Il servizio di Sara Scheggia.