Guerra in Ucraina: crolla l'export

L'allarme di Confartigianato. Vanificato il massimo storico del 2021. A rischio alimentari, moda e mobili

I risultati record raggiunti nell'export dalle piccole e medie imprese dell'Emilia Romagna nel 2021 rischiano di essere vanificati dagli effetti del conflitto in Ucraina. E' l'allarme lanciato da Davide Servadei, presidente di Confartigianato Emilia Romagna. Le esportazioni l'anno scorso hanno raggiunto un valore di 17,7 miliardi d euro, il massimo degli ultimi dieci anni, recuperando completamente il crollo del 2020 dovuto alla pandemia e superando di quasi il 2 per cento i livelli del 2019. Ma la guerra in Ucraina "ha accelerato la crisi energetica - dichiara Servadei - generando segnali recessivi che compromettono la competitività delle imprese". 

Il servizio di Maria Chiara Perri è montato da Alberto Carroli