Strage di Bologna, ergastolo per Paolo Bellini

Nel processo sui mandanti massimo della pena per l'ex esponente di Avanguardia Nazionale, accusato di concorso nella strage. Sei anni per Segatel, quattro per Catracchia

Paolo Bellini era in stazione il 2 agosto 1980, il quinto uomo, anche lui esponente di quell'eversione nera che eseguì il più grave attentato dell'Italia Repubblicana. 85 morti e oltre 200 feriti. Questa è l'accusa della procura generale di Bologna, accolta in pieno dalla sentenza della Corte d'Assise nel processo di primo grado sui mandanti della strage.

Il servizio di Filippo Vendemmiati