Uccide la moglie a coltellate

Il femminicidio in casa a Rimini. L'uomo si è poi costituito. Era in cura al centro di salute mentale. La vittima in passato aveva rifiutato i servizi antiviolenza

Era conosciuto sia dalle forze dell’ordine che dal centro di salute mentale il 62enne di Rimini che ieri sera ha ucciso a coltellate la moglie e poi si è costituito.
Da anni l’uomo era in cura per una sindrome ansioso-depressiva e per due volte la donna aveva chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Ma non aveva mai voluto sporgere denuncia per lesioni e aveva rifiutato i servizi antiviolenza.

Nel servizio di Serena Biondini l'intervista al Questore di Rimini Rosanna Lavezzaro