"Vinceremo per l'Ucraina"

La comunità si trasforma nel ritiro delle nazionali ucraine di volley per sordi. Presto partiranno per le olimpiadi silenziose in Brasile.

La comunità di San Patrignano, sulle colline riminesi, si è trasformata in un ritiro sportivo a tutti gli effetti. Partiranno lunedì da Rimini per le olimpiadi silenziose in Brasile gli atleti sordi delle nazionali di pallavolo ucraine. 
Molti di loro, con le loro famiglie, sono ospiti della comunità già da un mese, altri sono arrivati nelle settimane successive:  grazie al lavoro degli educatori di SanPa sono riusciti a riunirsi con i propri compagni di squadra e con gli allenatori. E riprendere gli allenamenti, lasciando i parenti in altre città d'Italia. 

A San Patrignano attualmente sono ospitati 61 tra giocatori e familiari ucraini. L'accoglienza è diventata anche l'opportunità per non lasciare sfumare il sogno olimpico. A volare in Brasile saranno 36 atleti in tutto. Al rientro, previsto a metà maggio, chi vorrà potrà continuare a vivere in comunità.  

Le loro storie, e la voce di Silvia De Nardi, educatrice a San Patrignano, nel servizio di Sara Scheggia, montato da Claudio Franceschini