Covid, in Emilia Romagna arriva in farmacia il Paxlovid

L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l'antivirale per i pazienti a più alto rischio di ospedalizzazione per forme meno gravi di Covid

La rete sanitaria più vicina al cittadino fornirà una cura domiciliare specifica per il Sars-cov-2. Il farmaco antivirale Paxlovid, pasticche prodotte dalla Pfizer da assumere per via orale finora distribuito solo in ambito ospedaliero, grazie a un protocollo nazionale tra Ministero della Salute, Aifa e le associazioni di categoria dei farmacisti sarà disponibile in tutte le farmacie dell'Emilia Romagna su ricetta del medico di base.

Un altro passo verso il ritorno alla normalità, lo definisce l'assessore alla Salute della Regione Emilia Romagna, Raffaele Donini. Paxlovid è l'unico farmaco antivirale fortemente raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per pazienti sintomatici che hanno contratto il Covid da meno di 5 giorni ad alto rischio di ospedalizzazione. Paxlovid non presenta gravi effetti collaterali, ma ha precauzioni d'uso che ne limitano la platea dei destinatari

Come tutti i farmaci innovativi Paxlovid ha un costo alto per il sistema sanitario e finora era stato fornito in quantità limitate. Con l'avvio della nuova distribuzione, comunica Aifa, in Italia saranno disponibili 50mila dosi al mese.

Il servizio di Maria Chiara Perri, montato da Andrea Neri, con le interviste a:

- Massimiliano Fracassi, Presidente Federfarma Bologna

- Renzo Le Pera, Vicesegretario Nazionale Fimmg