Paracadutisti morti: "Forse accecati dal sole"

Fabrizio Del Giudice e Gabriele Grossi erano entrambi istruttori esperti. La caduta nel tentativo di realizzare un record

Lo schianto al suolo del Campovolo di Reggio Emilia cadendo da un'altezza di una cinquantina di metri. Subito i soccorsi del 118, quasi un'ora di tentativi di rianimazione, ma per i due paracadutisti non c'è stato niente da fare. 

A morire due uomini di grande esperienza. Fabrizio Del Giudice, 54 anni milanese, che viveva a Torino, era istruttore di volo. 

Più giovane l'altra vittima il toscano Gabriele Grossi, trentacinque anni, la passione del paracadutismo da sempre, centinaia di voli. 

Sarà un'inchiesta a stabilire le cause dell'incidente. “Potrebbero essere stati accecati dal sole” l'ipotesti avanzata da Paolo Haim, Direttore Scuola paracadutisti Body Fly University nel servizio di Samuele Amadori