"Gelo" torna a nuotare in mare, dopo le cure

Il centro recupero tartarughe del Cestha, a Marina di Ravenna, ha rilasciato al largo una Caretta Caretta di 14 anni. Era rimasta impigliata in una rete a strascico lo scorso marzo

La tartaruga “Gelo” (così l'hanno chiamata i ricercatori) è tornata in mare, libera. Dopo mesi di cure presso al centro recupero tartarughe marine del Cestha, a Marina di Ravenna, l'esemplare di Caretta Caretta è stata rilasciata dopo essere stata catturata accidentalmente da una rete a strascico, lo scorso 25 marzo.

Gelo, di circa 14 anni per 25 chili di peso, è guarita anche grazie a terapie antibatteriche per ripristinare la funzionalità dei polmoni. E' stata portata al largo di Ravenna a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera.

A gestire le operazioni, i ricercatori del Cestha, insieme all’equipaggio della motovedetta. Che spiegano che tutti possono contribuire attraverso il proprio comportamento consapevole e responsabile alla tutela di queste affascinanti creature dell’ambiente marino. 

Le immagine sono state fornite dalla Guardia Costiera di Ravenna