Coronavirus, il picco estivo

Quasi settemila i nuovi contagi nelle ultime 24 ore. In un mese i casi effettivi sono più che quadruplicati ma i ricoveri restano sotto il livello di guardia

A impressionare è soprattutto il numero dei malati: in un mese i casi attivi sono passati da poco più di 17mila ad oltre 75mila. In pratica sono più che quadruplicati, raddoppiando nelle ultime due settimane. E se tra l'8 e il 9 giugno non si erano registrati neanche duemila nuovi positivi, tra l'8 e il 9 luglio in Emilia-Romagna sono stati più di 6mila e 900 i nuovi casi di coronavirus. Non accenna dunque a dare segni di discesa la curva dei contagi che ha iniziato la sua impennata a metà giugno e che negli ultimi dieci giorni ha visto incrementi praticamente sempre sopra i 6mila nuovi casi al giorno, con punte di oltre 9mila o 8mila. 
Tuttavia, la galoppante diffusione del virus non si è riversata con uguale forza nel numero dei ricoveri. Il 9 giugno, in Emilia-Romagna, c'erano 26 ricoverati in terapia intensiva: ora sono 41. Mentre i pazienti negli altri reparti covid sono passati nell'ultimo mese da 651 a 1.213. Dunque, se da un lato l'Istituto Superiore di Sanità ha inserito la nostra regione fra le nove classificate a rischio alto, dall'altro resta sotto il livello di guardia la pressione sugli ospedali.

Il servizio di Matteo Merli, montaggio di Matteo Cotugno.