Ragazzo afghano morto in Trentino, "era sempre pronto all'impegno sui diritti umani"

Il 36enne Mustafa Kia viveva a Bologna. Il ricordo di un connazionale che lo conosceva da anni

Mustafa Kia era fuggito dall'Afghanistan una decina di anni fa e aveva trovato rifugio a Bologna. Era finito nel mirino dei talebani per il suo lavoro da fotografo e videomaker sulla condizione femminile nel Paese.

A 36 anni è morto in un incidente in montagna in Trentino, mentre praticava slackline.

Marino Cancellari ha raccolto la testimonianza di un connazionale che lo conosceva bene: Jan Nawazi, titolare di un ristorante a Bologna