Ceramica, export da record. Ma ora preoccupano i costi

Aumento del 24% del primo trimestre. Poi ordini in calo e prezzi di energia e materie prime alle stelle

Nel primo trimestre dell'anno, le esportazioni del settore ceramico dell'Emilia-Romagna hanno fatto segnare numeri record: 1,1 miliardi di euro, + 24%. Poi, però, la guerra in Ucraina, ha radicalmente cambiato l'andamento del mercato, con un calo di ordini e un'impennata dei costi dell'energia e delle materie prime, come spiega il presidente Confindustria Ceramica Giovanni Savorani, intervistato a Faenza (Ra) da Virginia Novellini.