Il tatuatore romagnolo è attivo da oltre 40 anni

Le "impronte" di Gabrio

A Forlì un artista del tatuaggio conserva i segni lasciati sul tessuto dalle sue creazioni sulla pelle dei clienti

Dai primi tatuaggi - fatti ai compagni di leva - fino ai viaggi per il mondo alla scoperta di questa antica arte, praticata dall'uomo sin dall'antichità. La storia di Gabrio, che nel suo studio di Forlì ha iniziato da anni a conservare l'impronta dell'inchiostro appena tatuato sulla pelle dei suoi clienti.

L'intervista nel servizio di  Marino Cancellari, montato da Andrea Neri