Stupro di Piacenza, rimossi i video. La vittima: "Riconosciuta dalle immagini, sono disperata".

Su disposizione della Procura, filmato tolto dal web. Convalidato l'arresto dell'uomo accusato della violenza, che nega ogni responsabilità.

I media che lo avevano diffuso hanno dovuto rimuovere, su disposizione della Procura,  il video sulla violenza avvenuta a Piacenza domenica. Anche i social lo hanno rimosso. Gli inquirenti hanno anche sentito l'uomo che lo ha girato, lo stesso che ha lanciato l'allarme. 

Intanto è stato convalidato l'arresto del 27enne della Guinea accusato dello stupro, che al Gip ha raccontato la sua versione dei fatti, di aver cioè trovato la donna già a terra e di essersi fermato ad aiutarla.

Versione che stride del tutto con il video che invece avrebbe ripreso proprio la violenza subita dalla vittima. Le immagini sono finite anche al centro della polemica politica. La donna, sentita dal Pm, si è detta disperata perché è stata riconosciuta.

Sulla diffusione del video la Procura ha aperto un fascicolo e il garante della privacy un'istruttoria.

Il servizio di Antonio Boschi