A Modena torna il Dig Festival

In programma fino a domenica il più importante festival di giornalismo investigativo e di reportage

Populismi e democrazie, crisi politica e climatica, libertà di espressione, diritti civili e focus sull’Italia al voto: oltre 80 eventi tra incontri, workshop, anteprime cinematografiche, arte e musica. C'è anche la mostra personale dell’artista Gabriella Giandelli, autrice del Watchdog dell’edizione 2022, il “cane da guardia” simbolo del giornalismo di inchiesta e di ogni edizione di Dig. L'edizione di quest'anno è dedicata alla memoria di Matteo Scanni – giornalista, documentarista, a lungo direttore della Scuola di giornalismo dell’Università Cattolica – prematuramente scomparso il 27 gennaio scorso.
Domenica saranno assegnati i premi internazionali dei Dig Awards, concorso che quest’anno ha attirato una partecipazione da record, con oltre 400 opere candidate da tutto il mondo. 

Nel servizio di Giulia Bondi le interviste a Maria Bonsanti, vice direttrice del Centro Sperimentale cinematografia, ad Antonella Napolitano di Privacy International e a Francesca Coin del Direttivo Dig.