Il piccolo Mustafa arriva a Budrio per le cure

Il bimbo siriano di sei anni, nato senza arti come conseguenza dell'esposizione della madre al gas nervino. Celebre lo scatto con il papà. Il video dei ringraziamenti

Si trasferirà domani da Siena a Budrio (Bologna) la famiglia siriana El Nezzel con Mustafa, il bimbo di sei anni, nato senza arti come conseguenza dell'esposizione della madre al gas nervino durante la guerra in Siria, e il suo papà Munzir, rimasto senza una gamba a causa dello scoppio di una bomba, protagonisti dello scatto del fotografo turco Mehmet Aslan, vincitore del Siena International Photo Awards 2021, e divenuta un simbolo del drmama della guerra in Siria. Padre e figlio riceveranno le cure al centro specializzato protesi di Budrio. 

Arrivata nel centro della Caritas ad Arbia (Siena) nove mesi fa, la famiglia El Nezzel è stata accolta e sostenuta da uno straordinario sentimento di solidarietà da parte di tutta la comunità di Siena e della provincia. Ora, come previsto, è arrivato il momento del trasferimento a Budrio. Ad oggi i fondi raccolti dalla Caritas a favore della famiglia siriana sono pari a 45mila euro e continueranno ad essere utilizzati per sostenere ed avviare il nuovo processo di inserimento e di cura nella comunità di Budrio. 

La famiglia El Nezzel ha realizzato un video con il quale saluta e ringrazia Siena e quanti sono stati in prima linea accanto a loro in questa straordinaria avventura in Italia: "Grazie a tutti, sappiamo che Siena ci accoglierà sempre a braccia aperte".