La situazione esplosiva nelle carceri

Dopo l'ennesimo suicidio alla Dozza di Bologna, la denuncia dei sindacati della polizia penitenziaria su sovraffollamento e mancanza di medici

La Procura di Bologna ha aperto un fascicolo per accertare eventuali responsabilità per il suicidio di un 53enne di origine serba, affetto da problemi psichiatrici, detenuto nel carcere della Dozza.
Il sindacato di polizia penitenziaria denuncia da tempo una situazione insostenibile, 2022 anno nero con il record di suicidi dietro le sbarre.

Il servizio di Paolo Pini, che ha intervistato Aldo Di Giacomo, segretario generale Sindacato Polizia Penitenziaria.