Il People mover riparte da un milione di passeggeri e con un nuovo presidente

"Interventi di manutenzione programmati e comunicati in anticipo", assicura Massimiliano Cudia, già responsabile della metropolitana di Torino, alla guida della società Marconi Express da un mese. Tra gli obiettivi, meno rumore e quarta navetta

Oltre un milione di passeggeri nei primi nove mesi dell'anno, di cui 600 mila tra giugno e settembre. Riparte da questi numeri il People mover di Bologna sotto la guida di Massimiliano Cudia, da poco più di un mese presidente della Marconi Express. Ed è già tempo per un primo bilancio, che definisce positivo.
Cudia si presenta nella stazione Lazzaretto, la fermata intermedia tra l'aeroporto Marconi e la stazione centrale: arriva da Torino, dove ha gestito la metropolitana, e ora affronta questa nuova sfida per sviluppare quella che considera una infrastruttura strategica per Bologna. 

Il nodo principale resta quello della manutenzione: gli interventi saranno programmati e comunicati con anticipo, come è stato fatto a metà ottobre, con uno stop per cinque giorni. 
Per il futuro c'è la possibilità di mettere in servizio una quarta navetta: le tre adesso in funzione garantiscono passaggi in media ogni sette minuti. 
E per mitigare il rumore, sono state potenziate le barriere acustiche nei pressi di un asilo.

Il servizio, montato da Claudio Franceschini, è di Roberta Castellano.