Siccità, rifugio a secco

Le difficoltà per i gestori di una struttura in alta quota sull'Appennino Reggiano. Durante l'estate hanno avuto problemi con i rifornimenti d'acqua. Il Cai: "L'estate arida e l'inverno con poca neve non hanno aiutato"

Al rifugio Cesare Battisti cercano di razionare l'acqua per garantire il servizio ai numerosi escursionisti che salgono sull'Appennino Reggiano. Le fonti della zona, come tutti i corsi d'acqua, sono a secco, effetto della siccità record di questa estate e della scarse nevicate dell'inverno passato. 

Nel servizio di Nelson Bova le interviste a Enrico Bronzoni, uno dei gestori del rifugio Battisti, e a Stefano Ovi, il presidente del Cai Reggio Emilia