Frutta, insalata e pane: la classifica dello spreco

In occasione della giornata mondiale dell'alimentazione (16/10), le riflessioni dell'ideatore di Last Minute Market Andrea Segrè

Frutta, soprattutto. E poi insalata, pane fresco. Sono gli alimenti che finiscono di più nella spazzatura. In Italia sprechiamo quasi 7 etti di cibo a testa a settimana. Sudafrica e Giappone i paesi più virtuosi. Fanalini di coda, Stati Uniti e Germania. E' la mappa dello spreco, disegnata dall'Osservatorio Waste Watcher International e diffusa nella giornata mondiale dell'alimentazione, che ogni anno cade il 16 ottobre. 

Il 70 percento del cibo che parte dai campi finisce nella spazzatura dopo essere entrato in casa, più che nei ristoranti o nelle mense. In Emilia Romagna la sensibilità al tema è più alta che altrove, le passate rilevazioni hanno osservato sprechi più alti nelle regioni del sud. Questo, nonostante l'approccio al cibo sia onnipresente sui social e sui media in generale.  

"Gettiamo tanto della nostra dieta sana, ma milioni di persone nel mondo soffrono ancora la fame" avverte l'ideatore di Last Minute Market, società nata a Bologna, Andrea Segrè, intervistato da Sara Scheggia nel servizio (montaggio Matteo Cotugno).