Fatta brillare la bomba ritrovata in un cantiere

L'operazione è stata curata dagli artificieri della Brigata Paracadutisti "Folgore"

Sono state completate in poche ore le operazioni di bonifica della bomba di aereo americana da 500 libbre risalente alla Seconda Guerra Mondiale, rinvenuta a Cervia in una zona residenziale durante gli scavi per una nuova lottizzazione. L'ordigno bellico è stato ritrovato senza le spolette e questo ha facilitato le operazioni. 
La bomba è stata messa in sicurezza dagli artificieri dell'Esercito in forza all'8° Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti Folgore, di stanza a Legnago nel Veronese. Poi è stata trasportata in una cava nella frazione di Fosso Ghiaia. Una struttura di protezione ha permesso di contenere la zona di sicurezza in un raggio di 400 metri. Gli specialisti del genio militare hanno infine fatto brillare l'ordigno con una carica esplosiva di innesco. 
L'attività è stata coordinata dalla Prefettura di Ravenna che ha disposto la chiusura dell'aeroporto civile La Spreta e il divieto di sorvolo della zona fino al termine delle operazioni. Gli artificieri della Brigata Paracadutisti "Folgore" hanno effettuato dall'inizio dell'anno 300 interventi di bonifica, cento dei quali nella sola provincia di Ravenna.

Il servizio di Giorgio Maria Leone, montaggio di Marco Sermenghi.