Inflazione: Ravenna la più cara, Bologna seconda

Nella città romagnola si registra la maggior spesa aggiuntiva: in media 3.359 euro su base annua. L'Unione nazionale consumatori: Emilia Romagna seconda regione in Italia

Ravenna è la città con più di 150mila abitanti più cara: l'inflazione è pari al 13,9%, la quarta più alta d'Italia, ma è la città più cara con una maggior spesa aggiuntiva, equivalente, in media, di 3.359 euro su base annua.

Al secondo posto Bologna, dove il rialzo dei prezzi del 13,2%, la sesta maggiore inflazione, determina un incremento di spesa annuo pari a 3.293 euro per una famiglia media.

Al terzo posto Bolzano, mentre al sesto posto c'è Modena (+12,8%, 3.093 euro).
È la classifica stilata dall'Unione nazionale consumatori sulla base dei dati dell'inflazione di ottobre resi noti dall'Istat.
A livello regionale la regione con l'aumento dei prezzi più sostenuto è il Trentino Alto Adige, che a fronte di un'inflazione annua a +11,9%, registra a famiglia un aggravio medio pari a 3092 euro su base annua. Segue l'Emilia Romagna, dove la crescita dei prezzi del 12,5% implica un'impennata del costo della vita pari a 2.973 euro.

Il servizio di Giorgio Maria Leone, montato da Fabio Giorgetti