Saman, i giorni della verità

Il Tribunale di Reggio Emilia accelera: domani 23 novembre verrà affidato l'incarico per la perizia sui resti trovati vicino alla casa degli Abbas. Nominata l'esperta dei casi di Yara Gambirasio e Stefano Cucchi

Sono i giorni della verità sul caso Saman Abbas. Domani 23 novembre si saprà quando verrà rimosso ed estratto il cadavere trovato a Novellara, nella Bassa Reggiana, venerdì scorso e che si ritiene appartenga alla 18enne pachistana scomparsa, presumibilmente uccisa, la notte tra il 30 aprile e il primo maggio 2021. La Corte d'Assise di Reggio Emilia ha fissato infatti per domani a mezzogiorno il conferimento della perizia tecnica, accogliendo la richiesta di incidente probatorio urgente avanzata dalla Procura di Reggio Emilia.

"Il luogo del rinvenimento e l'accurato sotterramento portano a ritenere altamente probabile che si possa trattare del corpo della giovane donna", scrive la presidente della Corte, la giudice Cristina Beretti.

La corte ha nominato l'esperta specialista anatomopatologa Cristina Cattaneo - che si è già occupata divari casi di cronaca, da Yara Gambirasio a Stefano Cucchi - e l'archeologo forense Dominic Salsarola. Svolgeranno le analisi medico legali sul corpo che si pensa essere di Saman. Alla perizia tecnica potranno partecipare anche le parti civili nominando un proprio consulente tecnico.

 

Il servizio di Luca Ponzi, montato da Angelo Gorizzizzo.