Saman, si accelera per recuperare il corpo

Le operazioni di scavo vanno avanti a Novellara. E si indaga anche su altri complici: potrebbero essere i parenti di cui parlava il fratello in una telefonata

Proseguono i lavori con gli esperti forensi per recuperare i resti del corpo trovato a Novellara, nel reggiano, nel casolare vicino a dove abitava la famiglia di Saman. Gli inquirenti sono convinti che siano della 18enne pakistana scomparsa un anno mezzo fa dopo aver rifiutato un matrimonio combinato. 

Per la procura, a ucciderla sarebbero stati i genitori, lo zio e due cugini. Ma pochi giorni fa è stato aperto un altro fascicolo, per ora contro ignoti: potrebbero esserci infatti altri complici. 

 

Il servizio di Luca Ponzi.